ROSE’ EXTRA DRY

I vini rosati sono ottenuti dalla vinificazione di uve a bacca rossa come se fossero a bacca bianca, subendo una lavorazione che dà inizialmente prevalenza al contatto delle bucce col mosto, per ottenerne un colore rosato, mentre i successivi processi prevedono la lavorazione in bianco.

Sono quindi caratterizzati dalla stessa struttura dei vini rossi con, in aggiunta, la freschezza di quelli bianchi: un mix davvero unico.

Solamente nel caso di vini spumante è concesso ottenere un vino rosato utilizzando una Cuvèe di uve bianche e rosse a cui vengono aggiunti lieviti per creare una ricca fermentazione e le caratteristiche bollicine.

Il Rosè Extra Dry Fioravanti Onesti è ottenuto dall'unione di uve bianche e rosse autoctone tipiche del territorio trevigiano.

La dicitura Extra Dry definisce il residuo zuccherino, in questo caso 18 grammi per litro.

Ha profumi lievi e fruttati tra cui prevale l’albicocca e una bassa acidità. Il perlage è fine e piacevole.

Si accompagna al meglio con piatti di pesce e primi delicati. Perfetto anche a tutto pasto nelle calde sere d’estate.

continua a leggere